Si prega di notare che questo testo è stato tradotto con il traduttore DeepL. Per questo motivo ci possono essere differenze rispetto alla versione tedesca. Grazie per la vostra comprensione.

Perché?

Il 27 settembre 2020 voteremo sulla protezione e la sicurezza della popolazione. Ma anche la volontà credibile di preservare la sovranità sarà messa alla prova.

  • In caso di tensioni, una protezione credibile dello spazio aereo può determinare se la Svizzera è coinvolta in un conflitto.
  • Soprattutto in tempi di crisi, la Svizzera, in quanto Paese neutrale, deve essere in grado di proteggere la popolazione con i propri mezzi.
  • In caso di tensioni tra gli Stati vicini alla Svizzera, gli aerei da combattimento devono controllare lo spazio aereo e garantire che nessun aereo militare straniero non autorizzato sorvoli la Svizzera.
  • Gli aerei da combattimento garantiscono la sicurezza, nella vita di tutti i giorni (servizio di polizia aerea), ma soprattutto quando le persone in Svizzera sono concretamente minacciate, ad esempio da attacchi terroristici.
  • Nessuno può prevedere come si svilupperà l’ambiente nei prossimi 30-40 anni – il periodo di spiegamento del nuovo caccia.
  • Se la Svizzera viene attaccata, l’esercito utilizzerà aerei da combattimento per difendere lo spazio aereo e proteggere così la popolazione e le infrastrutture dagli attacchi aerei nemici. Senza la protezione dello spazio aereo, l’esercito non può nemmeno dispiegare efficacemente le sue truppe a terra.

Konrad Alder,
Caporedattore capo NACHBRENNER/Analista di
NOTIZIE SULLA POLITICA MILITARE SVIZZERA